Questo sito utilizza cookies propri e di terzi al fine di consentirti la migliore esperienza nel suo utilizzo. Se procedi con la navigazione accetti la loro presenza.

Se non è possibile prevenire il diabete di tipo 1, legato a complessi fattori ancora in via di studio, è certo giustificato tentare una prevenzione primaria del diabete tipo 2, prima che la patologia si manifesti.
E' quindi indispensabile correggere i principali fattori di rischio, che sono rappresentati dall'obesità e dalla sedentarietà.

È importante quindi mettere in atto il più precocemente possibile tutti i provvedimenti utili a eliminare questi fattori: corretta alimentazione ed adeguata attività fisica.
La collaborazione della dietista o del dietologo, più che non del diabetologo, sarà in questi casi determinante.

Comunque, una volta che il diabete di tipo 1 o di tipo 2 si sarà instaurato, occorrerà fin dall'inizio attuare la cosiddetta prevenzione secondaria mirata a rallentare o ad evitare lo sviluppo delle complicazioni tardive. Un ruolo fondamentale in tal senso è svolto dal mantenimento di soddisfacenti valori di glicemia e soprattutto da buoni livelli di emoglobina glicata (HbA1c).

PRONTOFAND

numero verde 800 82 00 82
(per informazioni mediche al sabato e domenica dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00)

bayer       lilly

jnj diabetes care companies logo clr vert 300x108

Fand is member

IDF logo

Con il contributo di

Cerca nel sito

Area riservata

Accedi

Accedi con le tue credenziali

Username *
Password *
Ricordami

Map Valle d'Aosta

Map Trentino

Map Friuli Venezia Giulia

Map Sicilia

Map Sardegna

Map Emilia

Map Toscana

Map Marche

Map Umbria

Map Abruzzo

Map Lazio

Map Molise

Map Campania

Map Puglia

Map Basilicata

Map Calabria

Elenco articoli